Il Cibo Vivo più comunemente utilizzato nell'allevamento di rettili e anfibi.

Aggiornato il: feb 7

Il Cibo Vivo più comunemente utilizzato nell'allevamento di rettili e anfibi


L’alimentazione dei nostri animali è un punto fondamentale per il loro all’allevamento. Con questa mini guida scoprirete gli invertebrati più comuni in commercio. Sono moltissimi gli invertebrati di cui rettili e anfibi si nutrono in ambiente naturale, ma gli animali nei nostri terrari troppo spesso vengono alimentati con diete a base di un unico alimento o al massimo due. Di seguito troverete alcune specie di invertebrati facilmente reperibili in commercio con cui variare il più possibile la dieta dei vostri animali.

GRILLI: Acheta domesticus o grillo domestico è un insetto di origine asiatica, da molto tempo allevato per animali insettivori come rettili, anfibi, mammiferi e uccelli. Essendo una specie molto prolifica che presenta dimensioni da 1mm a 2-3cm e con un contenuto nutritivo equilibrato, costituisce l’insetto da pasto più comunemente utilizzato da tutti gli allevatori. Altre specie di grilli utilizzate come alimento sono: Gryllus bimaculatus, Gryllus assimilis, Gryllodes sigillatus.

LOCUSTE:Le due specie più comuni sono Schistocerca gregaria e Locusta migratoria. Le locuste del deserto sono ampiamente diffuse in commercio e date le dimensioni raggiunte dagli adulti sono molto appetite dai grandi sauri insettivori.

BLATTE: Blaptica dubia è una specie di scarafaggio originario della Guyana francese e del Brasile. In cattività è un insetto molto semplice da allevare perché può essere mantenuto in contenitori con densità elevate, non essendo in grado di salire sulle superfici lisce e non emettendo sgradevoli odori è molto apprezzato da molti allevatori di medio-grandi sauri come i draghi barbuti (Pogona vitticeps). Gli adulti raggiungono una lunghezza di circa 4-5cm.


Gromphadorhina portentosa è una blatta del Madagascar, chiamata anche Blatta fischiante del Madagascar, per la capacità di emettere un sibilo intimidatorio nel momento in cui viene disturbata da possibili predatori. Questa blatta è allevata da moltissimi anni sia come alimento che come animale ornamentale. In natura vivono tra il fogliame presente sul fondo della foresta dove con i loro corpo allungato si muovono agilmente alla ricerca di sostanze vegetali come: frutta, corteccia, foglie e semi. E’ tra le più grandi blatte al mondo con dimensioni che superano anche i 7cm di lunghezza.

LARVE:Galleria mellonella , conosciuta più comunemente come camola del miele, è la larva di una falena che parassita gli alveari causando ingenti danni alle produzioni di miele. Queste larve hanno un ampia distribuzione a livello mondiale. Il loro allevamento ha avuto inizio per produrre esche da pesca, mentre al giorno d’oggi vengono frequentemente utilizzate come cibo energetico per rettili, anfibi, mammiferi e uccelli. Il contenuto di grassi è molto elevato e bisogna quindi utilizzarle  con moderazione.

Bombyx mori è il nome scientifico del baco da seta, una larva allevata da centinaia di anni per la produzione della seta. L’allevamento è ormai ampiamente conosciuto e relativamente semplice sebbene il ciclo di vita di questo insetto, proveniente dalle zone asiatiche,  sia strettamente legato alle piante di gelso (Morus sp.), le cui foglie sono nutrimento essenziale per le larve.

Tenebrio molitor è un tenebrionidae  parassita delle derrate alimentari. La tarma della farina (il suo nome comune), è piuttosto semplice da allevare e di rapido accrescimento, per questo motivo è diventata un cibo per animali insettivori estremamente diffuso.

Zophobas morio, viene comunemente chiamato caimano ed utilizzato come esca per la pesca. E’ la larva di un tenebrionide originario del sud  America che può raggiungere dimensioni piuttosto grandi di circa 7cm di lunghezza. MOSCERINI e MOSCHE:Drosophila sp. sono i classici moscerini della frutta conosciuti principalmente per gli innumerevoli studi di genetica, resi possibili anche dalla facilità di allevamento e soprattutto per l’elevata prolificità e rapidità di accrescimento dell’insetto. In terraristica vengono principalmente utilizzati come alimento di piccoli anuri e dendrobates. A tale scopo sono stati selezionati esemplari atteri, o non in grado di volare, per semplificare la somministrazione di cibo agli animali. Musca dom